Menù

Promuoviamo l'integrazione sociale della comunità attraverso la gestione di servizi formativi, culturali e per le famiglie

  1. Home
  2. Progetti
  3. 2021
  4. PRISMA LAB SEREGNO COGLIATE CERIANO LAGHETTO

PRISMA LAB SEREGNO COGLIATE CERIANO LAGHETTO

LABORATORI ARTISTICI DI MEDIAZIONE SCOLASTICA

PRISMA LAB - SEREGNO COGLIATE CERIANO LAGHETTO

Mediazione sociale e scolastica anche attraverso gli strumenti dell'arte terapia

Oggi è comune che in una sola classe convivano ragazzi con esperienze molto diverse, portatori di storie impegnative, spesso segnate dal dolore o comunque dalla fatica. Pensiamo ai ragazzi stranieri di famiglie emigrate da Paesi in guerra; quelli che arrivano in Italia come figli adottivi e devono costruirsi un'identità che non può prescindere dalla loro storia precedente; ragazzi segnati dalla malattia o dalla perdita di un genitore; quelli che vivono in contesti di povertà materiale ed educativa a contatto con situazioni di devianza dei genitori legate ad alcolismo, consumo di sostanze o dipendenza dal gioco d'azzardo; sempre più frequentemente ragazzi che subiscono la separazione dei genitori o sono impegnati per la ridefinizione dei propri spazi nelle famiglie ricostitutite.

Tutte queste fatiche li accompagnano ed entrano in aula, sul campo da gioco, in strada: La classe può diventare il luogo dell'amicizia, del sostegno, del farsi carico gli uni degli altri o un luogo esplosivo dove basta innescare una piccola miccia per scatenare un'esplosione devastante, micce che frequentemente sono costituite dall'uso irresponsabile dei social.

E' fondamentale per gli insegnanti e per gli educatori dei vari contesti che i ragazzi abitano, essere formati alla conoscenza di questa complessità, dei bisogni specifici di cui ciascun ragazzo è portatore per dare risposte mai improvvisate ma adeguate non solo al singolo soggetto ma alla classe, al gruppo quale luogo di relazioni complesse.

Occorre coinvolgere i ragazzi in un processo di self-empowerment che mentre rinforza le risorse di ciascuno li mette emotivamente in grado di condividerle con gli altri soggetti appartenenti al gruppo di riferimento. Lo strumento principe di questo processo è la mediazione dei conflitti in un'ottica di prevenzione del disagio e della violenza. L'ottica WIN-WIN della mediazione vuole che si esca tutti vincitori dalle situazioni conflittuali, in un impegno di assertività nel negoziare posizioni e interessi di ciascuno.